"LODI S'IMMOLA"

E' il motto del Reggimento "Cavalleggeri di Lodi" (15°). La Sezione di Vercelli e Provincia, costituita per iniziativa di un gruppo di ex appartenenti a questo Reggimento, ricorda così il Reparto dei Soci fondatori.

Il motto "Lodi S'Immola" è stato assegnato al Reggimento nel 1920 assieme allo Stemma Araldico rappresentato dall'aquila di Toscana. Il motto è tratto dalla "Canzone a Diana" dalla Merope di Gabriele d'Annunzio.

“Maremma canto i tuoi cavalli prodi.

Tra sangue e fuoco ecco un galoppo come

un nembo. E’ la Cavalleria di Lodi,

la schiera della morte. So il tuo nome,

o buon cavalleggero Mario Sola.

Giovanni Radaelli, so il tuo nome;

Agide Ghezzi, è il tuo. “LODI” S’IMMOLA.

E veggo i vostri visi di ventenni

ardere tra l’elmetto ed il sottogola,

o dentro i crini se il caval s’impenni

contra il mucchio. Gandolfo, Landolina,

alla riscossa! Tuona verso Henni.

Tuona da Gargarèsch alla salina

di Mellah, su le dune e le trincere,

sulle cubbe, su fondachi, a ruina,

sui pozzi, su le vie carovaniere.

La casa di Giamil ha una cintura

di fiamma. Appié, appié, cavalleggere!”

 

[Chiudi]